Cos’è il Tantra?

Cos’è il Tantra?

Per capire meglio cos’è il Tantra e il massaggio Tantra non c’è cosa migliore che sentire le parole di un grande pensatore che ha scritto moltissimi libri sullo yoga, sul Tantra e sulla meditazione: Osho.

In questa pagina vorrei raccontare il Tantra come viene immaginato da Osho e quali sono i suoi insegnamenti per poterlo vivere in pieno e soprattutto capirlo nel profondo.

Cos’è il Tantra come percorso di crescita personale

Il Tantra come percorso di crescita personalePrima di tutto è bene ricordare che il Tantra è un vero e proprio percorso di crescita personale alla scoperta (o riscoperta) di se stessi, del proprio equilibrio interiore, delle proprie necessità e dei propri sentimenti.

Per questo motivo ognuno di noi vivrà il Tantra in modo differente e seguirà la sua via che, molto probabilmente sarà differente da quella intrapresa da un’altra persona.

Il concetto dell’unicità del percorso tantrico è riassunto in queste parole di Osho: “Il Tantra crede in te. Ecco perché ci sono così pochi credenti nel Tantra: perché nessuno crede in se stesso. Il Tantra crede in te e sostiene che tu sei l’ideale: quindi, non imitare nessuno. L’imitazione creerà intorno a te una personalità fittizia. Puoi andare avanti con quella personalità inautentica pensando che corrisponda a te stesso, ma non è così.

Il Tantra e il sesso

Il Tantra e il sessoNel Tantra il sesso ricopre un ruolo fondamentale per aiutarci a trovare la nostra via, ma la sessualità deve essere vissuta in un modo totalmente diverso da come ci è stato insegnato. In realtà nessuno ci ha insegnato a come fare sesso e tutte le nozioni errate le abbiamo apprese dalla televisione dove, per necessità di marketing e di tempo, il rapporto sessuale è visto come una ginnastica veloce usa e getta che deve essere vissuta solo nella fisicità senza andare ad interessare piani superiori del nostro essere.

Purtroppo questo modo di vedere il rapporto tra uomo e donna è molto distante da come siamo realmente e per questo, dopo un rapporto, ci sentiamo vuoti, inappagati e con la sensazione che ci sia qualcosa che non va. Inoltre questa sensazione negativa si riversa nel rapporto di coppia dove il sesso diventa spesso un problema che rovina l’intera relazione e la nostra vita di tutti i giorni.

Il Tantra usa l’atto sessuale per renderti integro, ma per fare ciò, lo devi attraversare in modo molto meditativo. Devi muoverti in esso dimenticando tutto ciò che hai sentito o studiato sul sesso, ogni cosa che la società, la chiesa, la tua religione, gli insegnanti ti ha raccontato al riguardo. Dimentica tutto e coinvolgiti in esso con la tua totalità. Scordati qualsiasi controllo! Il controllo è barriera.”

Cos’è il Tantra: Qui ed ora!

Qui ed ora!Nella nostra società siamo abituati ad essere sempre indaffarati, a correre, a rimanere senza fiato perché la ruota dell’economia deve girare a guai a farla fermare. Nel Tantra è invece importante il concetto del “qui ed ora”, a focalizzarsi sul presente, ad essere consapevoli di quello che si sta facendo ed ogni tanto fermarsi ad “ascoltare”.

Anche nel massaggio Tantra, una volta acquisite le tecniche di base (ossia il fare), è importante sollevarsi ad un piano superiore ed imparare ad ascoltare, a non fare nulla per sentire meglio le nostre emozioni e della persona su cui stai operando.

È necessario quando si entra in una interazione tantrica focalizzarsi sul presente senza pensare al futuro e soprattutto senza pensare al finale. Infatti l’orgasmo non deve essere visto come il punto di arrivo del massaggio Tantra ma solo come uno dei possibili finali e non farne un dramma esistenziale se non arriva. Fuggiamo dal luogo comune che ci è stato inculcato che ogni rapporto deve finire in un picco orgasmico altrimenti siamo dei falliti.

Se pensiamo solo alla fine il rapporto sarà solo uno sfogo del nostro piccolo Ego che servirà solo a disperdere energia e ad infonderci un benessere passeggero superficiale che non tocca tutte le corde del nostro essere. Probabilmente ci sentiremo soddisfatti e rilassati ma il nostro sarà solo un rilassamento fisico.

Cominciando l’atto sessuale, tieni l’attenzione sul fuoco sin dall’inizio e continua così, evitando la brace alla fine. Non avere fretta e non bramare la fine: resta all’inizio. Non inseguire l’eiaculazione: dimenticala completamente. Come restare all’inizio? Primo non prendere l’atto sessuale come un modo per arrivare da qualche parte. Non assumerlo come un mezzo: è fine a se stesso. Secondo, non pensare al futuro; resta nel presente. Godi dell’incontro di due corpi, di due anime; unitevi, fondetevi e dissolvetevi l’uno nell’altro. Dimentica che stai andando da qualche parte”.

In questo modo il Tantra ti fornisce un modo diverso di rilassamento dove non c’è spreco di energia. Al contrario l’interazione della donna con l’uomo produce nuova energia che i due amanti si scambiano tra di loro trasformando l’atto sessuale in una vera e propria meditazione.

Cos’è il Tantra: il sesso come mezzo

Il sesso come mezzoIn questa meditazione il Tantra utilizza il sesso come un mezzo per raggiungere uno scopo più elevato, ma per fare questo dobbiamo pensare al sesso in modo diverso e soprattutto viverlo in una maniera del tutto nuova.

Il sesso è la schiavitù più forte; tuttavia può essere usato come veicolo per una libertà più elevata. Secondo il Tantra, il veleno può essere usato come medicina, ma è necessaria la saggezza. Quindi non condannare nulla. Piuttosto usalo. E non opporti ad alcunché. Trova i modi per poterlo usare e trasformare. La trasformazione non accade attraverso il conflitto, ma tramite la consapevolezza”.

Il Tantra non è solo una filosofia orientale nozionistica ma ti insegna come utilizzare il sesso, come muoverti nel sesso, come conoscerlo e come sentirlo dentro di te in tutte le sue emozioni. Il fine è di raggiungere vette sempre più elevate di consapevolezza di sé ma per fare questo devi vivere il sesso in maniera del tutto differente da quella che hai usato finora.

Il tuo atto sessuale e quello tantrico sono completamente diversi. Il tuo atto sessuale è uno sfogo, assomiglia a un buon starnuto. L’energia vitale viene espulsa e sei sollevato. È distruttivo, non creativo. Ti aiuta a rilassarti, ma nulla più. L’atto sessuale tantrico è fondamentalmente, diametralmente opposto e diverso.”

Il Tantra approccia il sesso in maniera totalmente diversa da quella a cui siamo abituati. Il rapporto sessuale non viene visto come un modo di liberarsi dell’energia che abbiamo tramite il classico orgasmo, piuttosto l’energia deve essere trattenuta e scambiata con il partner. In questo modo l’eccitazione è solo l’inizio dell’interazione tantrica e viene usata per entrare in uno stato di profonda meditazione.

Il bello del sesso tantrico è che, non disperdendo energia tramite l’eiaculazione, può durare per ore ed essere fatto quante volte si vuole. Alla fine non si è stanchi ma, al contrario, si è carichi di energia e si entra in uno stato euforico che può durare per giorni.

Il Tantra e il sesso rilassato

Il Tantra e il sesso rilassatoOggi viviamo il sesso come uno scontro di coppia e come una gara continua. Bisogna raggiungere l’orgasmo altrimenti non ci sentiamo appagati, la televisione ci ha insegnato che una coppia affiatata è quella che raggiunge sempre l’orgasmo e i due partner lo raggiungono insieme, il rapporto sessuale deve durare a lungo altrimenti siamo dei falliti.

In pratica il sesso viene visto come un controllo continuo su noi stessi, una continua tensione che inevitabilmente porta a numerosi problemi nell’uomo e nella donna: eiaculazione precoce, mancanza di desiderio, impotenza e anorgasmia.

Quando arrivano questi problemi ci sentiamo incapaci e ci convinciamo che ci sia qualcosa che non va in noi. Invece il fatto è che viviamo il sesso nella maniera sbagliata e questi problemi sono solo le dirette conseguenze.

Nel Tantra, invece, bisogna essere rilassati in modo da essere in grado di sentire tutte le emozioni che nascono in noi e che ci vengono mandate dalla persona che sta insieme a noi. Solo in questo modo il rapporto può durare a lungo perché, se sei teso, avrai fretta di concludere per, finalmente, rilassarti. Il Tantra ti consiglia di non avere fretta, di non pensare alla fine ma di divertirti e di rilassarti in modo da assaporare tutte le sensazioni.

<< Comincia semplicemente a giocare con l’amata o con l’amato. Continua a giocare e non pensare all’atto sessuale. Non parlate, non dite niente , perché ciò crea disturbo. Non usate la mente: usate i corpi. >>

<< L’atteggiamento del Tantra è difficile da concepire, perché la nostra mente vuole fare qualcosa, mentre questo è non fare. È semplice rilassarsi senza fare nulla, ma si tratta di uno dei segreti più nascosti. >>

Il Tantra e il sesso senza volontà

Il Tantra e il sesso senza volontàRitorno sul concetto che in Occidente il sesso è diventato un problema. Questo perché abbiamo la presunzione di controllarlo e di piegarlo ai nostri voleri e alle nostre esigenze. Peccato che il sesso non si può controllare e questo vale in particolare per gli uomini che vorrebbero avere un’erezione a comando ma falliscono miseramente. Invece succede tutto il contrario, più un uomo si focalizza sull’erezione e sul raggiungimento dell’orgasmo e più questi si allontaneranno facendo diventare ogni rapporto una sfida continua con se stessi e con l’altro sesso.

<< Non puoi muoverti nel sesso con la volontà. Se ci provi, sarai un fallimento; questo è vero soprattutto per gli uomini, perché l’organo sessuale maschile deve fare qualcosa. È attivo. Non puoi “volere” la sua attività: più ci provi, più sarà impossibile. Può accadere, ma non puoi farlo accadere. Se stai all’erta, il sesso sarà impossibile. Affronta il sesso come pura, semplice energia. >>

Privacy Policy